Principali Blog che focalizzano l’attenzione sulle curiosità legate al mondo della fotografia, sulla tecnica fotografica, sulle recensioni e prove di attrezzature e software.

Italian Street Eyes – ISE

    Photofocus.com

    • Photographer of the Day: Pamela Aminou
      by Rob Sylvan on 15 novembre 2018 at 0:00

      Category: Outdoor Photographer: Pamela Aminou Photo: “Nature at its best” Excellent use of a long exposure to convey the mood of this scene, and the B&W conversion pulls it all together. The framing and arrangement of the posts in the foreground relative to the structure in the background gives the eye plenty to feast on […]

    • Enthusiast’s Guide: Camera settings for time-lapse photography
      by Bryan Esler on 14 novembre 2018 at 19:00

      Photofocus features a series on multi-shot photography excerpted from Rocky Nook’s  “The Enthusiast’s Guide to Multi-Shot Techniques” by Alan Hess Camera settings for time-lapse photography As with any other type of photography, before you shoot images for a time-lapse, you need to determine which exposure, focus, and file type settings to use. You’ll need to know […]

    • A glimpse into ACDSee’s new Color EQ Contrast tool
      by Bryan Esler on 14 novembre 2018 at 17:00

      I recently got the chance to check out the new ACDSee Photo Studio Ultimate 2019, which features a wide array of upgrades over the previous version. One of those is with the program’s Color EQ pane. Being used to Adobe Lightroom, adjusting things like Saturation, Brightness and Hue were all familiar to me. But adjusting […]

    Photographers.it

    • Urs Luthi solo show
      on 13 novembre 2018 at 18:08

      Galleria Conceptual 15 novembre 2018 - 13 gennaio 2019 Vernissage: Giovedì 15 novembre ore 18.00   Galleria Conceptual presenta la mostra personale di Urs Lüthi, uno dei protagonisti assoluti dell’indagine visiva contemporanea. Nato a Kriens (Lucerna) il 10 settembre 1947, vive tra Monaco di Baviera e Kassel, città dove insegna presso l’Accademia di Belle Arti e l’Università. Pittore, fotografo e performance artist, è noto soprattutto per le sue “sequenze”, esposte in molte delle mostre internazionali incentrate sulla relazione tra arte e fotografia degli ultimi anni. Le sue opere sono esposte in prestigiosi musei, tra cui la Kunsthalle di Amburgo, il Kunstmuseum di Berna e il Centre Pompidou.  Nel 1969 l’artista comincia a dedicarsi alla fotografia e nel 1970 ottiene un discreto successo alla Galerie Toni Gerber di Berna con una serie di autoritratti androgini, a partire dal quale svilupperà il tema centrale della sua ricerca, quello della figura umana. Una figura rappresentata spesso dall’artista stesso, vero protagonista dell’immagine, mascherato o travestito, con il volto truccato e in pose elegantemente effemminate, dove la differenza tra maschile e femminile è quasi dissolta e l’ambiguità della rappresentazione diviene l’aspetto più significativo ed evidente del suo lavoro. Malgrado tali immagini sfiorino il narcisismo da un lato e la parodia dall’altro, il carattere egocentrico della sua poetica è solo apparente. Se ad un primo sguardo i suoi “autoritratti” possono essere letti come auto-rappresentazioni, o come messinscene illusorie ed immaginarie, ad un esame più attento risulta più chiaro che la riflessione dietro alla sua ricerca è ben più profonda e ragionata. Lüthi, da solo al centro della scena, affiancato ad oggetti o ad altre persone (più che altro la collega Elke Kilga) sullo sfondo di ambientazioni chiuse e degradanti, testimone di circostanze ambigue, diventa l’interprete di situazioni particolari, afferenti ora la vita quotidiana ora le relazioni personali, ora la sfera dell’intimità. Il fatto che l’artista sia il soggetto principale è più una scelta di convenienza. Egli ricorre alla persona che è più vicina a sé e più facilmente a sua disposizione: «I ritratti di Lüthi sottolineano la realtà e la finzione del sé, essi annunciano “Je est un autre” (“Io è un altro”) confermando con la stessa evidenza la coscienza del sé così come del suo opposto» (Rainer Michael Mason). Tramite una presa di distanza tra il sé e l’immagine, Lüthi cessa di essere se stesso, e diviene il rappresentante di frangenti più generali che fanno parte della vita privata ed intima di ognuno di noi, e che portano lo spettatore a ragionare sul significato di certi “eventi”, di certi modelli, di un’immagine ambigua della quale non è fornita alcuna spiegazione logica.  Un complesso lavoro dove è difficile separare l’arte dalla vita. Urs Lüthi dirige lo sguardo del pubblico verso l’auto-riflessione e l’auto-analisi, usando i suoi “autoritratti” come strumenti di indagine interiore, alla ricerca di nuove possibili identità, e come strumenti per investigare le implicazioni fisiche ed emotive del corpo e della figura all’interno di tali contesti.  La mostra curata da Graziano Menolascina raccoglie diverse serie fotografiche, partendo da Sketches del 1970, la serie unica dei ritratti del 1972, sino a Un'isola nell'aria del 1975 e Don't ask me if you know that I am too weak to say no del 1977. Il catalogo realizzato in occasione della mostra è disponibile in galleria. […]

    • Marzia Gamba - I like food better than people
      on 13 novembre 2018 at 14:51

      Dal 24 novembre 2018 al 5 maggio 2019 l’Art Hotel Commercianti, nel cuore medievale di Bologna, ospita la mostra I like food better than people dell'artista e fotografa contemporanea Marzia Gamba. Curata e organizzata da Camilla Falcioni e accolta con entusiasmo da Ilaria Orsi e famiglia, illuminati proprietari degli Art Hotels bolognesi, l’esposizione inaugura al pubblico venerdì 23 novembre alle 18.30 nei suggestivi spazi conviviali dell’Hotel Commercianti di via de’ Pignattari. Marzia Gamba, classe 1987, è pesarese di nascita e dal 2013 vive e lavora a New York. La serie di opere che presenta a Bologna è un'ode alla fotografia e al cibo; uno studio minimale di forme, colori, ombre e luci, basato su un'estetica molto personale. Controllando l'immagine attraverso la composizione e l'illuminazione, l’artista intende trasformare l'ordinario in straordinario. Marzia si concentra sulla relazione tra cibo ed esseri umani. Sfida la concezione per cui il food abbia solo una valenza nutrizionale o di piacere del gusto e lo eleva su una piattaforma artistica per svelarne aspetti inconsueti e subconsci. Con grande abilità e conoscenza del mezzo, riesce a mostrare come le immagini di un semplice mandarino, limone o melograno, possano generare un’esperienza fortemente espressiva e non solo estetica. “Marzia, cosa ti piace fotografare? …mi piace il cibo più delle persone”. Da qui l’idea della serie fotografica che compone la bella mostra bolognese ambientata in un edificio storico di gran pregio che ospitò il Comune di Bologna del XII secolo. Recentemente ristrutturato l’Art Hotel Commercianti ha mantenuto tutte le caratteristiche della costruzione originale: i soffitti affrescati, le travi lignee, le eleganti terrazze affacciate sulla monumentale basilica di San Petronio e soprattutto lo charme dell’antica struttura medievale. Luogo ideale e strategico per essere un crocevia delle arti, tra la piazza principale della città, musei, monumenti e le più famose vie dello shopping. Inaugurazione venerdì 23 novembre 2018 h 18.30 24 novembre 2018 - 5 maggio 2019 Tutti i giorni h 14-18, ingresso libero Bologna Art Hotels_Hotel dei Commercianti Via de’ Pignattari 11 -  40124 Bologna - T +39 051 7457511 &nbs […]

    • Per FOWA, carta canta
      on 13 novembre 2018 at 14:17

      Nuovo accordo di distribuzione con Noritsu. Stampa fotografica, settore sempre più strategico e proficuo per il distributore torinese. La strategia di Fowa volta al potenziamento del raggio d’azione nel settore della stampa fotografica non si arresta. Il percorso intrapreso quattro anni fa con l’obiettivo di diventare l’unico distributore sul mercato con la più ampia gamma di prodotti e servizi per questo mondo segna un nuovo passo in avanti con l’accordo di una nuova partnership con Noritsu. Fondata nel 1951 in Giappone, Noritsu è un punto di riferimento indiscusso per i professionisti dell’immagine con una presenza capillare in oltre 180 paesi. La loro linea di prodotti e soluzioni hardware e software di imaging è in continua evoluzione ed offrono ai clienti elevate prestazioni, flessibilità, ma soprattutto una valida alternativa ai noti competitor in questo settore. Nello specifico Fowa si occuperà della distribuzione dei dispositivi minilab a secco che lavorano con tecnologia a getto d’inchiostro e quelli fotochimici destinati alle grandi produzioni di immagini digitali. Ma la proposta non sarà solo limitata ai prodotti, ma anche ai servizi. Infatti nell’offerta è inclusa anche la Order Station di Noritsu che consente una gestione semplice e intuitiva della propria produzione grazie anche alla stessa interfaccia utente delle versioni online e delle app. Con questo accordo Fowa completa la gamma di soluzioni e prodotti per la stampa fotografica diventando così l’unico distributore con queste caratteristiche per il mercato italiano. Inoltre, oltre ad annoverare in portafoglio storici brand del settore, l’azienda torinese ha anche creato un proprio brand F-Paper che rappresenta una gamma di carte per le applicazioni fotografiche chimiche, Inkjet e Fine Art. In modo specifico la carta fotografica chimica di Fowa rappresenta ad oggi l’unico brand alternativo sul mercato al produttore attuale ponendo di fatto Fowa come interlocutore internazionale per questo prodotto.   &nbs […]

    Privacy Preference Center